Quando le scelte in famiglia si dividono sull'erba sintetica

Giardino erba sintetica

Un caso tipico: lui vuole l'erba sintetica, lei no. Chi riuscirà a riunire la famiglia su questa indecisione?

«Antonio, ti ho già detto di non parlarmi più di quella cosa!»
Alice è categorica. Il marito non deve nemmeno prendere in considerazione la posa di erba sintetica nel giardino di casa.
Eppure sarebbe la soluzione perfetta a un problema ormai perenne: il prato dietro casa non sopravvive.
 
«Alice, io le ho provate tutte:
* Prato pronto in rotoli
* semina primaverile
* semina autunnale
* poca acqua
* tanta acqua
* concime
* tagli regolari…»


Ma la moglie non intende ragioni. Pretende il giardino perfetto, ma non capisce che un prato posato su 20 centimetri di terra con sotto le solette dei garage non potrà mai vivere.
«E invece sei il solito incapace! Guarda i giardini dei vicini come sono belli, sempre perfetti!»
«Alice» sbotta Antonio «quello a destra ha fatto uno zen, tutto ghiaia e pietre decorative; il vicino a sinistra ha pavimentato per mettere la piscina gonfiabile, gli altri, quelli che vedi verdi, sono artificiali!»
La donna ha solo finto, nel tempo, di non saperlo. L’amica Ornella le ha già parlato della bellezza dell’erba sintetica Royal Grass, che loro hanno installato pochi mesi fa.
Alice tuttavia resiste, e preferisce discutere col marito, piuttosto che cedere.
Ma è in arrivo una sorpresa.
Antonio non è rimasto inerte, e sapendo dell’investimento fatto da Marco e Ornella, si è collegato al sito di i-Garden, distributore italiano di erba sintetica Royal Grass, e ha chiesto l’invio di campioni gratuiti delle varietà indicate per il suo caso. Alice non potrà più resistere.

Driiiinnnn!
«Cara, il citofono. Sarà un corriere, puoi andare tu?»
«Antonio, è un pacco piuttosto grande. Che cavolo hai ordinato online stavolta?»
«Alice, nessun acquisto. Apri pure, è per te».
«Noooo… ti sei ricordato del nostro mesiversario… che carino…»
Poco dopo, la scatola aperta rivela un contenuto verde, elegante e setoso: sono i campioni di erba sintetica che Antonio aspettava.
Alice è sorpresa: «Antonio… quindi?»
«Quindi, a te la scelta. Ci sono varietà prefinite, senza manutenzione e senza intaso. E c’è una varietà che invece necessita di riempimento con sabbie di diverso tipo, per un effetto ancora più realistico».
«Sarà, ma non mi convinci…»
«Dai, su, guarda bene i campioni. Poi andiamo a salutare Ornella e Marco così potrai vedere con i tuoi occhi di cosa stiamo parlando».
Alice rimane scettica, ma non riesce a togliere le mani da quei campioni di erba sintetica. Al tatto risultano essere molto gradevoli, e anche i colori, wow, sono così realistici…
Piccolo cedimento: «Antonio, scusa, ma se un giorno dovessimo prendere un cane?»
È il momento che Antonio aspettava. La moglie ha una perplessità, il suo NO reiterato nel tempo si è incrinato, e la soluzione è pronta: «Alice, facciamo così. Oggi ti porto a Castiglione delle Stiviere a visitare l’esposizione permanente di questa ditta, e lì potrai esporre tutti i tuoi dubbi. Ti va?»
«Ok, però prima passiamo dai vicini».

Giardino erba sintetica


Ornella ha visite: «Ciao Alice! Ehi, Antonio, come state?»
La coppia entra nella casa, che si presenta perfettamente in ordine. E così il giardino, rigoglioso e in ottime condizioni.
Alice pone subito un quesito: «Ornella, dimmi la verità: è erba sintetica la vostra?»
«Certo!» risponde la donna «levati pure i sandali e prova a camminarci sopra».
Antonio gongola nel vedere la moglie camminare scalza su un manto erboso artificiale così realistico.
«Amore! Vieni anche tu, senti che meraviglia!»
Antonio preferisce entrare in casa e approfittare di una birra fresca messa in tavola da Ornella, mentre sua moglie rimane fuori a godersi la morbidezza dell’erba sintetica Royal Grass.
«C’è Marco?»
«Figurati. Da quando non ha più l’impegno del taglio prato si tiene il sabato pomeriggio per sé e per i suoi hobby».
Antonio già pregusta una ritrovata libertà da dedicare alla pesca, senza pensare a quel dannato prato naturale che nel suo giardino non dura più di una stagione…
Birra in mano, torna in giardino e trova la moglie coricata a prendere il sole: «Antonio, è così morbida e confortevole, non mi alzerei più…»
«E invece ora andiamo. Ho l’appuntamento con il venditore i-Garden per la scelta e il preventivo».
Salutata l’amica, i due partono diretti a Castiglione delle Stiviere, dove sono attesi per la proposta più adatta al loro caso.
«Buongiorno! Ben arrivati».
La proverbiale cordialità che caratterizza il personale i-Garden, oggi è tutta per Alice e Antonio.
L’erba sintetica ricopre l’intera superficie espositiva, e a far compagnia alle diverse varietà ci sono siepi e piante artificiali, anche se non si direbbe data l’assenza di odori chimici nell’aria. I materiali usati per la fabbricazione dei prodotti distribuiti da i-Garden sono infatti originali e di primissima scelta, mai provenienti quindi da riciclo industriale.
La differenza rispetto a prodotti più economici, spesso di provenienza non certificata, è an che olfattiva.
Alice si accorge subito di questo, e inizia ad apprezzare l’idea del marito.
«Bene signori, viste le varie possibilità sono orientato a proporvi due alternative presenti nella categoria con intaso, vale a dire con riempimento superficiale con sabbie specifiche».
La donna ha un guizzo: «Come sarebbe a dire, sabbia? Me la porterò in casa continuamente, attaccata ai piedi!»
Il venditore, avvezzo a obiezioni simili, la tranquillizza: «Le garantisco che non avrà noia dall’intaso in sabbia. Si tratta di prodotti speciali, molto pesanti e di granulometria studiata appositamente».
E completa la presentazione mostrando due esempi pratici di installazione di Velvet ed Exclusive 3.0, contenuti in un’apposita teca dimostrativa.
prato sintetico


Qualche giorno dopo il cantiere è in piena attività. È stata dura, ma ne è valsa la pena. “Tutto sommato” pensava Antonio durante i lavori “questa è l’ultima volta che il mio giardino mi fa penare”.
E giù di zappa e badile. L’asportazione del prato naturale è stata faticosa, ma al termine dei lavori di preparazione Antonio ha realizzato un fantastico cantiere di posa per gli installatori i-Garden.
I suggerimenti avuti dal venditore sono stati chiari e facilmente eseguibili: l’asportazione del prato e di una zolla da circa 10 cm, e il riempimento con materiale inerte stabilizzato sono un’operazione pesante ma semplice. I materiali sono reperibili a basso costo presso qualunque distributore di materiali ghiaiosi.
La sistemazione dei punti idraulici non più necessari è facilmente eseguibile con accessori reperibili presso qualunque centro fai-da-te, e una volta preparato e stabilizzato il tutto basta aspettare i posatori.

Il giorno stabilito è arrivato: dal furgone spuntano i rotoli di erba sintetica i-Garden Royal Grass Exclusive 3.0, i teli di sottofondo, i materiali di incollaggio e i sacchi delle sabbie di intaso.
Manodopera specializzata ed esperienza completano il cantiere di posa, e in poche ore il lavoro è eseguito.
E il giardino, fonte di tante discussioni, da domani sarà per lunghi anni godibile e ricco di soddisfazioni.


Vedi anche
21/03/2018

Curioso di vedere il risultato? Richiedi un campione!

Se ti interessa l’erba sintetica e vuoi toccare con mano il risultato di una lavorazione di qualità, richiedi la nostra i-Garden Box gratuita, te la spediamo in pochi giorni!
 
RICHIEDI GRATUITAMENTE LA TUA I-GARDEN BOX

Hai un dubbio o una curiosità sull'erba sintetica? Chiedi a noi!


Numero Verde
800948238

Tel. 0376.630248
Fax 0376.671728
info@i-garden.it

Cima S.r.l.
Via Giuseppe Mazzini, 109/I
46043 Castiglione delle Stiviere
+39 0376 630 248
+39 0376 671 728
info@i-garden.it
www.i-garden.it
   

Numero verde 800948238