La scelta del prato sintetico è influenzabile dai prezzi?

Prato sintetico

I prezzi influenzano le nostre scelte, ma nel caso del prato sintetico possono nascondere trappole insidiose

Approcciare la posa di un giardino di prato sintetico è un’azione tutt’altro che semplice. Questo, ovviamente, se si hanno serie intenzioni ed elevate aspettative circa il risultato complessivo ottenuto. È tuttavia dimostrato che capire nella miriade di offerte quali provengano da aziende effettivamente preparate, costituisce un esercizio interessante, una vera e propria sfida alle capacità di comprensione di testi, immagini e numeri.

Semplificando ai minimi termini, alla base ci sta sostanzialmente l’acquisto di uno o più rotoli di materiale.
Ma questo primo passo comporta già un discreto lavoro di selezione. Navigare tra:
  • lunghezza delle fibre
  • colori
  • larghezza del rotolo
  • tipologia di substrato
  • composizione dei filati…
  • … e prezzi
porta in modo relativamente facile a cadere in confusione.
 

I prezzi per un prato sintetico cosa significano?

Il cliente meno propenso all’approfondimento delle offerte preferisce utilizzare il parametro “prezzi” come elemento di maggiore influenza sulla decisione. Talvolta si tratta di persone che individuano il prato sintetico come soluzione non definitiva e che preferiscono provare soluzioni parziali - quasi consci di sbagliare - per vedere come va.
È il caso per esempio di chi, dovendo sostituire più appezzamenti di giardino, decide di installare il prato sintetico sul più piccolo di questi. Poi si vedrà!
Qui l’osservazione dei semplici prezzi è più diffusa. E infatti accompagna la gran parte dei clienti verso una cocente - ma mai apertamente confessata - delusione.
In altri casi è il fornitore a determinare la scelta sulla base del prezzo. Esempi classici si trovano all’interno dei brico-center, a cui si rivolgono soprattutto gli hobbisti del weekend certi di trovare l’occasione perfetta con la sola lettura del volantino delle offerte.
Purtroppo questo è il caso più frequente di acquisto fortemente vincolato al semplice prezzo.
Esiste in una fetta di clientela potenziale la convinzione che l’erba sintetica, così come altri prodotti di industria pesante, debba costare poco in forza di una presunta povertà di materiali e di una superficiale aspettativa sui risultati (durata, salubrità, ecc).
Niente di più sbagliato! Questa forma di acquisto spesso presenta un pessimo rapporto prezzo/superficie posata, risultando onerosa e talvolta di qualità discutibile.

Spostandoci dal retail ai rivenditori specializzati (vivaisti, garden center, grossisti edili) il primo capitolo da affrontare per stabilire la congruità dei prezzi è la qualità del prodotto.
Esistono decine e decine di produttori equamente distribuiti nei cinque continenti. La diffusione è facilitata dal fatto che la tecnologia che sta alla base della fabbricazione del prato sintetico non è drammaticamente complessa.
L’investimento in macchinari è pesante, ma il suo ammortamento è gestibile grazie alle elevate quantità richieste ad esempio in ambito sportivo, dove le metrature per la copertura di campi da calcio, calcetto, tennis e quant’altro sono molto importanti e con lotti continuativi.
L’investimento in macchinari è pesante, ma il suo ammortamento è gestibile grazie alle elevate quantità richieste ad esempio in ambito sportivo, dove le metrature per la copertura di campi da calcio, calcetto, tennis e quant’altro sono molto importanti e con lotti continuativi.
L’ottenimento di un’elevata qualità finale invece è impegnativo, e richiede investimenti in ricerca, sperimentazione e prove commerciali che impattano pesantemente sui conti delle aziende produttrici.
Il risultato di questa combinazione di capacità produttiva e ricerca della qualità finisce per introdurre sul mercato all’ingrosso offerte di ogni genere, che spesso disorientano sia il distributore che l’utente finale.
Valutare serenamente la qualità del prodotto che si sta acquistando non è semplice. Si finisce quindi, sbagliando, per utilizzare la voce prezzi come parametro per individuare l’acquisto più intelligente.
Ma fin qui abbiamo parlato di semplice rotolo, tagliato a misura oppure fornito intero.
Cosa succede nel caso il cliente desideri vedere il suo nuovo prato sintetico consegnato e posato in opera da un installatore?
Prato sintetico

Il rapporto qualità-prezzo del prato sintetico consegnato e posato in opera

Eh beh, questo è l’argomento più divertente, dove le variabili in gioco coinvolgono sia la qualità (e quantità) del tappeto, sia le abilità e la ricchezza di tecniche di posa e di materiali di finitura.
I prezzi del prato sintetico posato a quel punto diventano una vera giungla, fatta di preventivi, varianti non previste, aggiunte in corso d’opera, malintesi telefonici, applicazione sportiva degli obblighi fiscali, concessioni allampanate di garanzie più o meno scritte, e chi più ne ha…
E qui purtroppo dobbiamo riconoscere che il settore non è dei più trasparenti, e poche, pochissime aziende specializzate emergono in un melting-pot fatto di improvvisazione, scarsa professionalità, talvolta addirittura cialtroneria.

Come può quindi un cliente ai primi approcci con questi prodotti capire se i prezzi del prato sintetico offerto sono congrui?
Teniamo presente che se la scelta risulta ben ponderata, e il lavoro eseguito a regola d’arte, stiamo disquisendo di una soluzione destinata a durare molto a lungo nel tempo.
È fondamentale quindi, in questo passaggio, mettere il parametro prezzi in secondo piano, se non ultimo, dato che stiamo parlando non di un costo ma di un investimento, e osservare che tutto si svolga come segue.

Per dimostrare la qualità del lavoro proposto l’azienda seria:
  1. fornisce al cliente una serie di informazioni confrontabili
  2. consegna e lascia al cliente campioni di prodotto di generose dimensioni
  3. propone soluzioni “chiavi in mano”
  4. utilizza i migliori accessori di finitura (sabbie, collanti, teli di sottofondo)
  5. si avvale di posatori qualificati e certificati
  6. fornisce garanzia almeno decennale scritta
  7. consegna schede tecniche dei materiali
  8. applica prezzi allineati e senza sorprese
  9. non conteggia materiali inutili o imprevisti
prato sintetico

Certo, è una situazione un pochino più completa e complessa rispetto al semplice ordine di un rotolo da posare in autonomia, ma come anzidetto se l’intenzione è realizzare un prato sintetico decorativo su cui trascorrere ore di gioco e relax per molti anni, il prezzo è importante ma non deve essere assunto come termine di scelta. Mai come in questi casi, infatti, il detto “chi più spende meno spende” trova la sua massima applicazione.
E poi, perché si dovrebbe cercare il puro risparmio su un investimento che è il biglietto da visita di qualsiasi abitazione?
Un giardino bello, curato e sempre perfetto è la prima immagine che si ha della propria casa: investire su di esso è la spesa migliore.
 


Vedi anche
27/05/2018
27/12/2017
27/12/2017
27/12/2017
27/05/2018
27/05/2018

Curioso di vedere il risultato? Richiedi un campione!

Se ti interessa l’erba sintetica e vuoi toccare con mano il risultato di una lavorazione di qualità, richiedi la nostra i-Garden Box gratuita, te la spediamo in pochi giorni!
 
RICHIEDI GRATUITAMENTE LA TUA I-GARDEN BOX

Hai un dubbio o una curiosità sull'erba sintetica? Chiedi a noi!


Numero Verde
800948238

Tel. 0376.630248
Fax 0376.671728
info@i-garden.it

Cima S.r.l.
Via Giuseppe Mazzini, 109/I
46043 Castiglione delle Stiviere
+39 0376 630 248
+39 0376 671 728
info@i-garden.it
www.i-garden.it
   

Numero verde 800948238